Ladurèe: food and fashion

Tutto ebbe inizio nel lontano 1862, quando Louis Ernest Ladurèe diede vita nel quartire di La Madeleine, al numero 16 di rue Royale, ad una piccola panetteria.

La svolta decisiva si ebbe però con un evento tragico: nel 1871 infatti, un incendio distrusse il quartiere e Louis, grazie all’intuizione geniale della moglie Jeanne, decise di ricostruire un locale a metà tra caffè parigino e pasticceria, dando vita ad una delle prime sale da thè più famose di Parigi. Il tutto naturalmente accompagnato dalla grande abilità pittorica dell’artista francese Jules Cheret, che affrescò le pareti e i soffitti del locale con le immagini dei “cherubini pasticceri”, divenuti poi uno dei simboli della maison.

Il successo di Ladurèe è legato in maniera indissolubile ai macarons parigini: dolcetti formati da due dischi di pasta di madorle farciti da una ganache di vari gusti (cioccolato, caffè, pistacchio, vaniglia, fragola, lampone, rosa e violetta solo per citarne alcuni), creati intorno al 1930 da Pierre Desfontaines, cugino di Louis Ernest. Naturalmente questi dolci biscotti esistevano già prima, secondo alcuni esperti all’inizio dell’800 ed erano particolarmente amati dalla regina Maria Antonietta.

Una svolta decisiva nell’affermazione della maison francese  si ebbe poi nel 1997, quando essa venne acquistata dal gruppo Holder che aprì un nuovo locale sugli Champs Elysees e rue Bonaparte fino alla ribalta internazionale a Londra, Tokyo, Monaco, Milano, New York, Ginevra, Casablanca, Marrakesh, San Paolo e Roma.

Ma Ladurèe non è solo macarons, bensì anche alta pasticceria, torte, cioccolato, croissant alle mandorle, vol-au-vent, gelati e drink per un tripudio di sapori ed odori che assale e travolge inostri sensi.

Così il successo mondiale marchio ha decretato il suo ingresso anche nel campo del fashion, in particolare degli accessori e del beauty: nascono dunque candele e profumi dalle dolci essenze della pasticceria, trousse, make-up, sali da bagno, gel doccia, creme per il viso e il corpo, gustosi e colarati portachiavi con i simboli della maison, tra cui i famosissimi macarons, originali scatole regalo o porta gioie e foulard.

Ma voglio soprattutto ricordarvi la linea di shopper, divertente, colorata, pratica e chic: Cherie Belle, Mademoiselle Fifi, Femmes Fleurs, Cupcakes, Papillons, Charms Chateau e pampille, limited edition con l’immagine della regina maria Antonietta per celebrare i 150 anni della maison, nelle versioni maxi e mini. Io ne ho acquistata una presso il  negozio Princess in via Cenami 16 a Lucca (vi invito a visitarlo se potete, perchè è davvero carino) del modello Femms Fleurs, con la stampa di quattro fanciulle ognuna legata ad un fiore e ad un rispettivo dolce,  super colorata, pratica e ben si adatta ad ogni look.

 

 

TAGS